La pelle invecchia

La pelle invecchia perché diminuiscono collagene e acido ialuronico, cioè gli elementi che rispettivamente costituiscono la sua struttura e garantiscono la sua vitalità  Sono proprio le loro molecole a determinare il turgore, la compattezza e l’elasticità della cute.

L’acido ialuronico svolge un’azione ristrutturante, biorivitalizzante, in quanto mantiene attivi i fibroblasti dermici per la produzione di collagene ed elastina, componenti fondamentali del tessuto giovane. Per recuperare e mantenere la giovinezza della pelle è, tuttavia altrettanto indispensabile un’azione anti-ossidante. È dimostrato, infatti che i radicali liberi sono in larga parte responsabili dell’invecchiamento cellulare.

biorivitalizzazione: la pelle invecchia

La tecnica anti-invecchiamento

Per combattere l’invecchiamento cutaneo con una modalità mini-invasiva si è sviluppata la tecnica della Biorivitalizzazione, che unisce in un’unica metodica biointegrazione e biostimolazione. Si tratta d’un trattamento ambulatoriale, semplice, sicuro ed efficace, che rappresenta una delle tendenze emergenti nella moderna medicina estetica.

I preparati per biorivitalizzazzione d’ultima generazione sono costituiti da una combinazione di acido ialuronico a basso peso molecolare, vitamine e aminoacidi specifici, che si inietta superficialmente nel derma con un ago sottilissimo. Il risultato è una biorivitalizzazione a lungo termine, che produce turgore, idratazione profonda, stimolazione del derma ed effetto “scavenger” sui radicali liberi.

Particolarmente adatte ai trattamenti di biorivitalizzazione è la pelle di:

    • Viso,
    • Collo,
    • Mani,
    • Décolleté.

Nella maggior parte dei casi non è necessaria alcuna anestesia, ma, su richiesta, prima di procedere col trattamento si può applicare del ghiaccio o una crema anestetica. L’acido ialuronico si infiltra nella pelle delle zone da trattare con tante piccole iniezioni. La durata della seduta è di solito molto breve.

A fine trattamento nella zona d’iniezione può comparire un lieve arrossamento e/o piccoli ponfi, che si risolvono spontaneamente in poche ore oppure piccole ecchimosi, anch’esse risolvibili nell’arco di alcuni giorni. La paziente può truccarsi fin da subito e la ripresa di tutte le normali attività è immediata.

La durata

I fibroblasti stimolati con l’infiltrazione di biorivitalizzante impiegano circa 2-3 mesi per diventare produttivi. Per questo l’effetto ottimale si ottiene con più sedute. Difficile stabilire con precisione della durata dell’effetto, poiché si tratta d’un trattamento stimolante e non riempitivo. È, comunque consigliabile eseguire una seduta ogni 8-12 mesi. L’associazione filler-biorivitalizzazione consente, inoltre di prolungare, ottimizzare e completare il risultato di riempimento delle rughe e di ricostruzione delle strutture della pelle.

I prodotti

I prodotti più adatti sono costituiti da una miscela di acido ialuronico non cross-linkato, amminoacidi e vitamine.

Tra questi si inseriscono i prodotti della serie Skin nelle seguenti formulazioni:

  • R. Il protocollo consiglia 4 sedute. Una fiala ogni 7-15 giorni. Indicato per la biorivitalizzazione del corpo.
  • Colin: Il protocollo consiglia 4 sedute. Una fiala ogni 7-14 giorni. Indicato per viso collo, décolleté, mani.
  • OX: Il protocollo consiglia 4 sedute. Una fiala ogni 7-14 giorni. Indicato per viso collo, décolleté, mani.

Una menzione a parte meritano gli Skinbooster.

Gli Skinbooster sono amplificatori del processo di ringiovanimento cutaneo.

Si tratta di prodotti non riempitivi, il cui scopo è apportare un’idratazione profonda e ripristinare i meccanismi di difesa cutanea.

Lo skinbooster contiene una percentuale maggiore di acido ialuronico rispetto a quello presente nel biorivitalizzante (12,5mg/g rispetto a 4/5 mg ). Pertanto il prodotto risulta più viscoso. L’acido ialuronico è associato, a seconda delle differenti formulazioni, ad altre sostanze come amminoacidi, antiossidanti e/o vitamine.

Si inietta anch’esso tramite micro-iniezioni, ma a livello del derma medio-profondo.

Tra gli skinbooster:

  • Teosyal Redensity I. Il protocollo consiglia 3 sedute. Una ogni 3 settimane. 1 fiala a seduta per distretto corporeo.
  • Restylane SB vital. Il protocollo consiglia 3 sedute. Una al mese. 1 fiala a seduta per distretto corporeo.
  • Viscoderm Hydrobooster. Il protocollo consiglia 2 sedute. Una ogni 60 giorni. 1 fiala a seduta per distretto corporeo.

Considerazione finale, ma tutt’altro che di scarsa importanza. Tutti i prodotti menzionati sono costituiti da elementi naturali, quindi sono molto ben tollerati.

Se constatiamo che la pelle invecchia, ci dobbiamo arrendere impotenti a questo processo?

Tutto il nostro organismo e non solo la pelle invecchia. Il fenomeno è ineluttabile. Tuttavia le innovazioni in campo medico, biologico, chimico ci offrono nuove armi in grado di arginarlo efficacemente e in modo sicuro.

In sintesi si può ben affermare che oggi disponiamo del necessario per attenuare e minimizzare le manifestazioni più vistose d’invecchiamento, ricorrendo a trattamenti e prodotti sicuri e dagli esiti veloci.

Informazioni utili sull’intervento

 A partire da 160 €

Anestesia

Topica

Durata Intervento
20 minuti

Ricovero

Non necessario

Ritorno al Lavoro
Immediato

Lavoro Faticoso

Immediato

Attività sportiva

Subito