fbpx
MEDICINA ESTETICA

Miglioramento funzionale e aspetto naturale della cute sono sinonimi

By Gennaio 29, 2020 Luglio 3rd, 2020 No Comments

La medicina estetica oggi si pone come traguardo di concretizzare in un trattamento la risposta alla domanda: Miglioramento funzionale e aspetto naturale della cute sono sinonimi?

Alla luce di questo obiettivo, quindi i trattamenti devono garantire risultati:

  • Naturali, ottenibili con lievi, ma efficaci ritocchi e tempi di recupero sempre più brevi;
  • Funzionali, cioè miranti innanzitutto a favorire la capacità rigenerativa del derma con trattamenti di stimolazione biologica e solo secondariamente anche un miglioramento estetico.

In altre parole una pelle bella è soprattutto una pelle sana, i cui meccanismi rigenerativi funzionano egregiamente.

Come rendere pelle sana sinonimo di pelle bella

Una cute sana si contraddistingue per il suo aspetto disteso, turgido, luminoso, cioè per essere ben idratata e costantemente rinnovata. Purtroppo il passare degli anni, lo stress, i fattori esterni avversi ne alterano la funzionalità, rendendola più fragile e sottile. Tant’è che la rigenerazione cellulare diventa più lenta e passa dalle normali 3/4 settimane a 4 o addirittura 6 settimane.

Ruolo determinante nel processo rigenerativo è giocato dall’acido ialuronico (HA), sostanza presente nel nostro tessuto connettivo, col compito di mantenerne idratazione, forma e tono, morbidezza grazie alla sua capacità di trattenere grandi quantità di acqua, ma anche di ricostruire e rinnovare i tessuti.

Proprio per queste sue caratteristiche la medicina in ambito estetico già da anni con infiltrazioni di HA interviene per contrastare gli insulti di tempo ed ambiente come: rughe, disidratazione, avvallamenti ed altri inestetismi.

In base al tipo d’inestetismo posso sceglier tra due tipi di HA:

HA lineare. È naturale, non modificato in laboratorio. Lo caratterizzano:

  • Bassa concentrazione (cioè gel con bassa percentuale di molecole di HA), che, garantisce il naturale stimolo alla rigenerazione di collagene ed elastina.
  • Alto peso molecolare (cioè con molecole molto grandi), che consente un maggior nutrimento alle cellule.
  • Purtroppo anche effetti positivi di breve durata. I vantaggi conseguiti si mantengono solo per alcune settimane, per via d’un enzima che lo dissolve.

In sintesi per queste peculiarità risulta più indicato come biorivitalizzante, perché favorisce maggior idratazione e attenuazione di rughe sottili e superficiali, con lo svantaggio però che l’aspetto più fresco e tonico si mantiene per poco tempo.

HA reticolato detto anche cross linkato. È modificato in laboratorio tramite tecniche biotecnologiche, che permettono di legare tra di loro molecole di HA. Si ottengono così nuove strutture caratterizzate da:

  • Maggior compattezza e peso rispetto l’acido lineare, perché le molecole sono così legate tra loro da formare un blocco compatto.
  • Maggior stabilità e durata, perché, proprio per la loro compattezza e viscosità sono più difficilmente aggredibili dall’enzima preposto alla sua degradazione.
  • Purtroppo anche effetti negativi. Proprio per la sua compattezza ed estraneità al nostro organismo può originare reazioni avverse come la formazione di granulomi (palline o cordoncini visibili all’esterno e duri al tatto)detto anche cross linkato più duraturi, ma col rischio di indurimenti e accumuli.

Nuovi studi scientifici con l’obiettivo di ovviare agli inconvenienti della breve durata e della tolleranza hanno condotto alla creazione un nuovo prodotto iniettabile: il ProfhiloConfezione di Profhilo

Cos’è e come interviene Profhilo

È un HA iniettabile, appositamente studiato dai ricercatori IBSA, in collaborazione con la Seconda Università di Napoli.

Il prodotto ad alto grado di purezza si può definire biotecnologico, poiché realizzato mediante un processo termico che genera complessi ibridi stabili d’acido ialuronico ad alto e basso peso molecolare (32 mg + 32 mg). Ciò significa che è possibile ottenere una concentrazione di acido ialuronico superiore, precisamente 64 mg di acido ialuronico in 2 ml di gel senza ricorrere alle sostanze cross-linkanti.

Miglioramento funzionale e aspetto naturale della cute sono sinonimi

Come si desume dalla sua struttura, la combinazione equilibrata di elementi a basso e ad alto peso molecolare consente di svolgere rispettivamente le funzioni di:

  • Bio-rigenerazione. La componente a basso peso molecolare stimola il derma e soprattutto la produzione di acido ialuronico.
  • Tensione. La componente ad alto peso molecolare agisce sulla parte di supporto al derma e contrasta le lassità cutanee.

Esso mediante una forte spinta idratante si disperde velocemente attraverso la pelle, dove svolge la sua azione di stimolazione del metabolismo cellulare, cioè stimola la pelle a produrre autonomamente l’acido ialuronico.

Si presenta, quindi come un NUOVO ALLEATO ANTI-INVECCHIAMENTO, perché consente di ottenere pelle ridensificata, elastica e visibilmente luminosa, effetto tensore, cute distesa, pori ristretti, viso ‘risollevato’.

Ma non è solo questo. Profhilo, infatti non si propone come semplice trattamento estetico, neppure come filler o riempitivo. Si tratta, piuttosto di un prodotto completamente biologico che rimodella con naturalità i volumi e rassoda, rimpolpa e leviga la cute, con un’azione prolungata nel tempo.

I grafici seguenti sono tratti dal materiale informativo uso medico fonti IBSA.

Miglioramento funzionale e aspetto naturale della cute sono sinonimi

Profhilo, in sintesi:

  • Contribuisce alla riparazione di tessuti danneggiati, agevolando il ricambio cellulare (ad es. nelle cicatrici, nel tessuto adiposo).
  • Contrasta il normale invecchiamento dei tessuti, stimolando la produzione dei diversi tipi di collagene e dell’elastina.
  • Consente risultati più duraturi, perché la sua struttura resiste molto bene alla ialuronidasi, cioè all’azione di degrado del HA da parte dell’enzima preposto.

Miglioramento funzionale e aspetto naturale della cute sono sinonimi

I grafici da fonti IBSA, sotto riportati, mostrano come la consultazione di pazienti e medici ha permesso di constatare l’alto il grado di soddisfazione circa applicazione del prodotto e risultati conseguiti.

Grafici relativi alla soddisfazione medico e paziente

Questi dati hanno consolidato la mia fiducia nel prodotto.

Come eseguo il trattamento

Controindicazioni

Il primo momento della seduta consiste nella visita del paziente per raccogliere i suoi dati anamnestici ed individuare la presenza di condizioni che ostacolino l’esecuzione del trattamento.

Il trattamento è pressoché privo di controindicazioni, in quanto realizzato con un prodotto naturale e molto ben tollerato. È comunque bene non ricorrervi se già sono in atto trattamenti quali laser, resurfacing e peeling medio-profondi.

Trattamento

Il trattamento consiste nell’applicazione di una tecnica d’iniezione, denominata BAP (BIO AESTHETIC POINTS), ideata per l’infiltrazione di questo prodotto nella parte inferiore del viso, in gergo medico: terzo medio ed inferiore, particolarmente soggetta ad atrofia e perdita di volume.

Il prodotto si inietta in 5 punti per ogni lato del viso. Sono punti che riguardano zone recettive, ma prive di vasi sanguigni e terminazioni nervose importanti. Ciò permette di ridurre i rischi, agevolare la diffusione del prodotto ed ottimizzarne gli effetti benefici.

I 5 punti sono:

  1. Protuberanza zigomatica
  2. Ala del naso
  3. Trago
  4. Regione mentoniera
  5. Angolo mandibolare

La figura seguente, tratta dal materiale informativo uso medico fonti IBSA, illustra le linee guida per un trattamento corretto, ma la scelta delle aree da trattare dipende dalle caratteristiche fisiche del paziente, eventuali sue piccole sproporzioni, asimmetrie o inestetismi.

Miglioramento funzionale e aspetto naturale della cute sono sinonimi

A garanzia di maggior confort per il paziente. la tecnica iniettiva è può essere preceduta dall’applicazione di una crema anestetica sulla zona da trattare.

Frequenza del trattamento

Come suggerito dalla scheda tecnica del prodotto il trattamento consiste in due sedute a distanza di 30 giorni, seguite da una di mantenimento da eseguire due mesi dopo.

Si consiglia di ripetere il ciclo una o due volte all’anno.

Grado d’invecchiamento ed aspettative del paziente sono determinanti nel definire la frequenza dei trattamenti.

Effetti collaterali

Possono raramente verificarsi complicanze come ematomi, perché irrorazione e innervazione importanti avvengono più in profondità.

Con Profhilo miglioramento funzionale e aspetto naturale della  cute sono una realtà

L’azione del prodotto si esplica nella sua capacità di stimolazione rigenerativa e riparativa della cute, perciò il turgore, la compattezza e il tono conseguiti risultano come conseguenza della ripresa vitalità dell’organo pelle.

Questo di per sé è garanzia della naturalezza dei benefici ottenuti. I lineamenti “risvegliati” da questo trattamento non sono alterati, ma risollevati e conferiscono un aspetto florido, sano.

Ecco, quindi che con l’uso di questo prodotto è stato raggiunto il traguardo di concretizzare in un trattamento la risposta alla domanda: Miglioramento funzionale e aspetto naturale della cute sono sinonimi?

Vuoi migliorare il contorno del tuo viso e qualità della tua pelle? Posso aiutarti…

Il contorno del tuo viso non è più ben definito e dà segni di cedimento, la tua pelle non è più fresca, luminosa ed elastica come un tempo? Vuoi ritrovare lineamenti distesi, turgidi, volumi più sodi, mantenendo la tua fisionomia originale? Contattami  cliccando qui.